Miscellanea 68

Miscellanea 68

Annalisa Marsico
Il Tevere e Roma nell’alto medioevo.
Alcuni aspetti del rapporto tra il fiume e la città

Collana Miscellanea della Società romana di storia patria, 68
maggio 2018, pp.  260
€ 25,00

ISBN 9788897808541

Click per la scheda in formato pdf


Questo studio nasce dal tentativo di focalizzare l’impatto del Tevere nel contesto cittadino romano nell’alto medioevo, in una fase cronologica dove le fonti appaiono lacunose, sporadiche e non sistematiche. Per compensare almeno in parte il vuoto documentario si è attinto anche ai risultati pro-dotti da settori disciplinari che offrono una griglia interpretativa, quali l’archeologia e la topografia storica.
L’ambito territoriale iniziale della ricerca – il percorso del fiume entro le mura Aureliane – si è rivelato limitante, così l’attenzione è stata posta anche ad alcuni elementi extraurbani che sono apparsi fondamentali per la comprensione delle dinamiche tra la città e il suo corso d’acqua, come ad esempio l’area vaticana che, a ridosso del fiume, condizionerà l’assetto della Roma medievale.
In una sorta di ricognizione topografica si è dunque percorso il fiume verso valle, delineando le aree marcate dalla presenza del Tevere, sia di nuovo sviluppo che a continuità di vita, nelle quali emerge la presenza di gruppi etnici stranieri di antico o nuovo stanziamento e di gruppi sociali e familiari destinati ad assumere un ruolo significativo nei secoli successivi.
L’attenzione è stata poi rivolta a quegli aspetti in connessione con la via fluviale quali le infrastrut-ture, le calamità naturali, le risorse, l’approvvigionamento cittadino e i sistemi di difesa. E ancora: lo spostamento di uomini e merci lungo le vie d’acqua, dove incontriamo passeggeri più o meno illustri, fughe e deportazioni, bottini di guerra, merci pregiate, vettovaglie, ma soprattutto materiali da costruzione.
Il quadro che si delinea non sembra essere così privo di una certa vitalità e tenuta, e il Tevere sembra mantenere la sua funzione di collegamento tra Roma e il mare, come dimostra anche la continuità di vita degli insediamenti alla foce di Ostia e Porto.

IL VOLUME È STATO REALIZZATO GRAZIE AL CONTRIBUTO
DEL MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO
DIREZIONE GENERALE BIBLIOTECHE E ISTITUTI CULTURALI